bao-01-2.png

Sabato 13.07.2024 
Cascate — Monticelli Brusati (BS)
Inizio concerti 17:30

Marco Pittau (ITA)

Imaginary Acoustic Niches

evento realizzato in collaborazione con La Via delle Sorelle.

 

Lo spettacolo si svolge con qualsiasi condizione atmosferica, potrebbe subire lievi variazioni e sarà annullato solo in caso di forti piogge o temporali.

Si prega di indossare scarpe e vestiti adatti a camminare in un’area boschiva e adeguati alle condizioni meteorologiche e alle proprie esigenze personali. È consigliato portare con sé delle giacche antipioggia.

 

 

“Imaginary Acoustic Niches” è un catalogo di timbri che trae ispirazione dai paesaggi sonori, sia di origine naturale che di origine antropica. Lo scopo è quello di dar vita ad un paesaggio sonoro fantastico (da cui il termine “imaginary”, preso a prestito dagli “Imaginary Landscape” di John Cage) frutto dell’interazione tra il catalogo di timbri e lo specifico paesaggio sonoro in cui avviene la performance. Trovare una collocazione all’interno di un paesaggio sonoro preesistente equivale a ritagliarsi un proprio spazio in quel determinato contesto acustico, analogamente a quanto avviene in un habitat ad opera dei vari animali. Questi, per ragioni di sopravvivenza, occupano una propria peculiare nicchia acustica, così come evidenziato dalle ricerche condotte da Bernie Krause o David Monacchi. L’esigenza di poter performare in ambienti naturali ha portato ad escludere qualunque tipo di manipolazione elettrica del suono, prediligendo preparazioni analogiche dello strumento, attraverso l’uso di ance, fischietti, campanelli, sordine e di particolari tecniche estese.

Marco Pittau è un trombettista e performer di Cagliari. Inizia la propria esperienza musicale in un collettivo di rappers cagliaritani alla fine degli anni ’90. Nel 2005 studia privatamente col trombettista Mario Massa ed intraprende una lunga carriera come busker. Successivamente impara i rudimenti della musica classica indiana presso la casa di IshwarLalMishra di Varanasi, in India. Ritornato in Sardegna studia al conservatorio “G. P. da Palestrina” di Cagliari, diplomandosi al triennio di tromba jazz (col trombettista Riccardo Pittau), e al biennio di didattica della musica, durante il quale approfondisce gli studi sullo sviluppo della creatività e parallelamente lo studio della libera improvvisazione con Fabrizio Casti, Daniele Ledda e Gabriele Mitelli. Entrato a far parte dei collettivi “Snake Platform” e “Discovered Ensemble” ha avuto l’opportunità di suonare con musicisti quali Julien Desprez, Nate Wooleye Valeria Sturba. Ha suonato in diversi festival musicali tra i quali “Ai confini tra Sardegna e jazz”,“Forme e poesia nel Jazz”, “Polline”, “Signal” e “Free Flow Fest”.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
1a_Logo definitivo scritta nero

Iscriviti alla nostra newsletter

X